Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

01/12/2008 Giornata mondiale per la lotta all’ AIDS

Posted by ariccianontace su 2 dicembre 2008

lotta-aids-2Sono oltre 33 milioni le persone colpite da questa malattia e, fra di loro, ci sono circa 2 milioni di bambini al di sotto dei 15 anni. Eppure tendiamo a  dimenticare, è come se avessimo abbassato la guardia e non ci rendessimo più conto di come questo terribile male stia continuando a flagellare il mondo. Secondo il professor Aiuti, nessun vaccino efficace potrà ragionevolmente essere messo a punto prima di 5/10 anni e, sulla base degli ultimi dati, il principale veicolo di diffusione non risulta più essere la tossicodipendenza ma piuttosto la trasmissione per via sessuale. 

 Il tema drammatico dell’Aids si pone dunque più che mai prepotentemente alla ribalta del dibattito mondiale. Esso ci richiede una profonda riflessione e ci pone interrogativi pressanti sul piano umanitario, culturale, sociale, politico, etico, morale ed educativo, soprattutto nei confronti delle giovani generazioni, le più coinvolte nella costruzione di una identità che passi attraverso la dimensione relazionale, affettiva e sessuale.

 La Chiesa è consapevole dell’estrema rilevanza di tali questioni e della loro complessità e, pur evidenziando al suo interno posizioni diverse e spesso contrastanti, sa che ormai non si può più prescindere da una seria “presa in carico” di queste problematiche e che, sulle risposte o sulle “non risposte” prodotte,  si giocherà gran parte del rapporto con il mondo giovanile.

 Com’è evidente i temi sul tappeto vanno anche oltre il pur drammatico problema dell’Aids ed arrivano a comprendere tutta la sfera dei comportamenti e delle dinamiche che attengono alla vita e all’amore.

 Sono argomenti di grandissima portata che ci coinvolgono tutti in quanto uomini e donne, ma, ancor più, in quanto cristiani che vogliono leggere ogni aspetto della propria vita sulla base del Vangelo di Cristo.

 Ci piacerebbe, nel rispetto della sensibilità di ognuno e senza la pretesa di avere la “ricetta” pronta, avviare qui un confronto sereno su queste tematiche, dando spazio ai vostri commenti, pensieri, riflessioni, esperienze, per sognare insieme una Chiesa che si faccia sempre più vicina agli uomini, alle donne e, soprattutto, ai giovani e al loro mondo ed alla quale essi desiderino avvicinarsi e rivolgersi, senza riserve o timori, in ogni frangente della loro vita.

 Come autorevole spunto di riflessione iniziale riportiamo alcuni brani estratti dall’ultimo, bellissimo, libro del Cardinal Martini “Conversazioni notturne a Gerusalemme” (capitolo V – Imparare l’amore):

 “Per l’essere umano il rapporto personale e fisico è un ambito fondamentale della vita, in cui soprattutto la gioventù deve imparare a orientarsi. Fin dalla pubertà, i giovani vivono diversi momenti di confusione in relazione a questo tema. Molte grandi decisioni coinvolgono questioni di sessualità, matrimonio o celibato. Vi è un che di tragico nel fatto che la Chiesa si sia tanto allontanata da chi ne è interessato e cerca risposte.”

 “Per i temi che riguardano la vita e l’amore non possiamo in nessun caso attendere tanto. Sapere ammettere i propri errori e la limitatezza delle proprie vedute di ieri è segno di grandezza d’animo e di sicurezza.”

“In passato la Chiesa si è forse pronunciata anche troppo intorno al sesto comandamento. Talvolta sarebbe stato meglio tacere. L’amore tocca direttamente le persone, esse non possono essere escluse dalla ricerca di una risposta e di una via.”

 “La Chiesa dovrebbe sempre trattare le questioni di sessualità e famiglia in modo tale che alla responsabilità di chi ama spetti un ruolo portante e decisivo.”

 “Quando penso alla problematica dell’Aids (secondo l’Onu circa quaranta milioni di persone hanno contratto l’Hiv, in prevalenza in Africa; lo stesso rapporto registra nel 2006 tre milioni di morti), entrano in gioco non soltanto la medicina, ma anche la politica e la cooperazione allo sviluppo. Se la Chiesa riuscisse a promuovere la comunicazione con tutte queste parti, interrogandole e ascoltando con attenzione, sarebbe senz’altro un’iniziativa costruttiva.”

 “In Vaticano si discute dell’uso dei preservativi, non ultimo perché il Papa è molto preoccupato per la piaga dell’Aids. Anche l’ipotesi di consentirne l’uso come “male minore” alle coppie che hanno contratto l’Hiv non è sufficiente. Questa presa di posizione mi ha portato a contrasti.”

 “La dedizione è la chiave dell’amore: questo per me è fondamentale. L’essere umano è chiamato ad andare oltre se stesso.”

 “Nella dedizione di sé gli esseri umani si aprono a Dio. Nell’incontro fisico si tende verso questo traguardo. Guardare la meta è più importante che domandarsi se sia permesso o sia peccato.”

Annunci

2 Risposte to “01/12/2008 Giornata mondiale per la lotta all’ AIDS”

  1. Aids said

    A proposito del tema dell’ Aids e dei contraccettivi…mi è stato riferito che papa Benedetto XVI recentemente abbia tenuto un lungo discorso proprio in Africa contro l’uso dei contraccettivi in generale ( purtroppo non riesco a trovare questo Suo intervento su internet, se potete aiutarmi, mi piacerebbe saperne di più).
    Se fosse vero, comunque, sarebbe veramente grave!
    Ho sempre appoggiato la Chiesa su decisioni come queste…o almeno giustificata;d’altronde è normale che debba battersi per il matrimonio e quindi prendere posizioni così drastiche, se non lo facesse non oserei neanche immaginare cosa ne sarebbe del mondo!
    Tuttavia nel caso specifico dell’ Africa o di qualsiasi altro paese del Terzo Mondo, non trovo giusto nè sensato vanificare il lavoro di centinaia di medici senza frontiere che ogni giorno da anni si battono per insegnare a questa gente (che ha una cultura lontanissima dalla nostra)l’importanza del preservativo per proteggersi dalle malattie veneree così diffuse nei loro paesi! Questo, penso, non può essere un peccato!
    Per prima cosa trovo sia giusto educarli alla prevenzione e poi in modo altrettanto deciso educarli alla “castità”! Ma la seconda non dovrebbe escludere la prima!!

    E’ solo un mio personale pensiero…forse questo famoso discorso del papa non c’è neppure stato…in tal caso sono stata informata male!
    Grazie di questo spazio!

    una vostra fan che ha qualcosa da dire

  2. NOAIDS said

    L’Aids è una piaga terribile e la Chiesa deve rendersi conto che non può arroccarsi su posizioni assurde.

    Basta con queste prese di posizione da medioevo, basta con le ipocrisie, basta con la pretesa di controllare tutto e tutti strumentalizzando, nello specifico, una cosa bellissima, come il sesso, voluta e creata da Dio.

    E’ fondamentale impegnarsi a fondo per responsabilizzare i nostri giovani sul valore dell’amore ed educarli ad un “donarsi consapevole” ma è anche necessario non chiudere gli occhi nell’illusione di poter cancellare una realtà inevitabile: i nostri figli, prima o poi, faranno l’amore, vorranno fare l’amore!

    Ed allora?

    Allora è necessario proteggerli, allora è necessario seguirli il più possibile ed informarli, è necessario dare loro tutti gli strumenti perchè i primi passi dell’amore siano vissuti come un’esperienza meravigliosa e non come un incubo che potrebbe anche portare a conseguenze fatali.

    E’ quindi giusto e doveroso promuovere ed incoraggiare l’uso del preservativo, non ci si può più nascondere dietro l’ipocrisia con il colpevole rischio di mettere a repentaglio la vita dei nostri figli.

    Questo è quello che dice il Cardinal Martini:

    “In Vaticano si discute dell’uso dei preservativi, non ultimo perché il Papa è molto preoccupato per la piaga dell’Aids. Anche l’ipotesi di consentirne l’uso come “male minore” alle coppie che hanno contratto l’Hiv non è sufficiente. Questa presa di posizione mi ha portato a contrasti.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: