Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

Vangelo di domenica 5 aprile 2009 – Domenica delle Palme

Posted by ariccianontace su 3 aprile 2009

croce-e-lenzuoloMc 14,1-15,47 – Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Marco

(…)  Allora tutti lo abbandonarono e fuggirono. Lo seguiva però un ragazzo, che aveva addosso soltanto un lenzuolo, e lo afferrarono. Ma egli, lasciato cadere il lenzuolo, fuggì via nudo. (…)

Tentare di commentare la Passione di Nostro Signore Gesù Cristo è, per me, come perdersi in un vortice di avvenimenti e di emozioni che si susseguono con un ritmo ed una velocità sconvolgenti.

Di fronte a queste pagine di Vangelo ho sempre avuto l’impressione che tutto ciò che prima è stato narrato sia servito soltanto a creare un’atmosfera, abbia avuto esclusivamente lo scopo di incuriosire, di attrarre e di coinvolgere l’ “ascoltatore” (e non semplicemente il “lettore”), di farlo partecipe di un nuovo modo di assaporare la vita, di fargli desiderare di condividere, anche se inizialmente un po’ defilato, un po’ ai margini della vicenda, l’atmosfera di gioia, di felicità, di amicizia e di allegria che, nonostante le paure e le difficoltà da affrontare, pervade questa strana comunità che si è formata intorno a Gesù.

E mi scopro a seguire questo gruppo di persone, esclusivamente animato da una “curiosità di ragazzo” che non ha il coraggio di aderire in pieno al nuovo stile di vita e non ha neanche la presunzione di voler intervenire attivamente nei discorsi dei “grandi”.

Gironzolo tra loro, ascolto le parole, i discorsi, vivo le emozioni della comunità, anche se spesso non capisco bene il senso di quello che si dice.

Mi piace seguirli, ma ancora non riesco a farmi coinvolgere completamente; ho capito che molte delle cose che mi portavo addosso, molte delle cose che mi coprivano e mi appesantivano, erano inutili ed infatti ho iniziato a mollarle, anche se non sono del tutto convinto, non riesco a fidarmi fino in fondo, ho ancora bisogno di una difesa … ho ancora addosso il mio lenzuolo!

Improvvisamente l’esplosione!

Improvvisamente non è più un gioco, improvvisamente e violentemente la passione di Cristo squarcia definitivamente il velo e “svela”, appunto, il senso della vita, ci annuncia la Verità.

E’ il momento della consapevolezza ed è il momento della scelta.

Non si può più perdere tempo, non si può più rimandare, è giunta l’ora di scegliere tra la vita e la morte.

Le mie paure, il mio egoismo, la mia voglia disperata di restare aggrappato alle vecchie, presunte, certezze, cercano di bloccarmi, cercano di afferrarmi per il lenzuolo che ancora mi copre….

Signore, dammi la forza di mollare quel lenzuolo! Gesù, dammi il coraggio di farlo cadere, affinché io possa correre, nudo, completamente nudo, senza alcuna difesa, ma finalmente libero!

Correre, correre, correre, impaurito  sì, ma consapevole di correre verso la Vita!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: