Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

TERREMOTO IN ABRUZZO

Posted by ariccianontace su 7 aprile 2009

E’ qualcosa di mostruoso.

Davanti alle immagini che i media continuano a proporre viene da piangere, si è assaliti da una profonda angoscia e da un senso di impotenza.

Continuando a guardare però inizia anche a montare la rabbia perché se è comprensibile come case o strutture vecchie e, in alcuni casi, fatiscenti possano non resistere ad un evento così violento,  rimane inspiegabile il fatto che edifici di recente costruzione siano crollati come castelli di carta.

Come sono state costruite quelle case????

Di chi è la responsabilità???

Franco Barberi, presidente onorario della commissione grandi rischi, ha affermato che un sisma di queste proporzioni in Giappone o a Los Angeles non avrebbe provocato neanche un morto!

In questi momenti tragici non abbandoniamo i nostri fratelli provati dal dolore, dalla disperazione e dalla morte: preghiamo perché il Signore possa dare loro la forza, la voglia ed il coraggio di andare avanti.

Per chi volesse concretamente offrire il proprio aiuto riportiamo una lista di indicazioni ed iniziative alle quali poter fare riferimento:

Donazioni
Dal sito della Caritas: http://www.caritasitaliana.it/carita…1_06042009.pdf
Per sostenere gli interventi in corso (causale “TERREMOTO ABRUZZO”) si possono inviare offerte a Caritas Italiana
tramite C/C POSTALE N. 347013 o tramite UNICREDIT BANCA DI ROMA S.P.A. IBAN IT38 K03002 05206
000401120727
Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012
Allianz Bank, via San Claudio 82, Roma – Iban: IT26 F035 8903 2003 0157 0306 097
Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113
CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

Caritas diocesana di Roma. È possibile contribuire alla colletta di solidarietà con: Versamenti c/c postale – numero di conto corrente postale 82881004 (IBAN: IT77K0760103200000082881004) intestato a Caritas diocesana di Roma, specificando nella causale «Terremoto Abruzzo»;
Bonifico bancario – IBAN: IT13R0306905032000009188568, specificando nella causale “Terremoto Abruzzo”.

C’è infine l’iniziativa “«Un aiuto subito» lanciata da Corriere della Sera, Corriere.it, Gazzetta dello Sport, Gazzetta.it e City.
Bonifico bancario Intesa-San Paolo, ABI 3069, CAB 05061, conto corrente n. 1000/144, intestato a: “Un aiuto subito – Terremoto dell’Abruzzo”. Cod. IBAN: IT 03 B 03069 05061 100000000144

Versamenti con carte di credito (CartaSi, MasterCard, Visa, American Express) Numero Verde di CartaSi: 800 317800 (da alcuni cellulari è necessario digitare il 12 prima del numero) Dall’estero: 02 34980235. Tenere la carta di credito a portata di mano e seguire le istruzioni del sistema.

Alloggi
OFFRI ALLOGGIO AI TERREMOTATI? CONTATTA LA PROTEZIONE CIVILE A QUESTO NUMERO VERDE 800860146 OPPURE SCRIVI A QUESTA EMAIL

Resta attivo 24 ore su 24 anche il numero della Protezione civile Abruzzo: 80.35.55.

Beni di prima necessità
La Croce Rossa ha aperto la sala operativa nazionale di Legnano e i Centri interventi d’emergenza (Cie) di Verona, Roma, Potenza e Palermo per la raccolta di generi di prima necessità (coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere, casse d’acqua) da spedire nelle zone terremotate.
Per effettuare donazioni alla Croce Rossa Italiana si possono utilizzare:
il Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro-Filiale di Roma Bissolati – Tesoreria – via San Nicola da Tolentino 67 – Roma, intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 – 00187 Roma, codice Iban IT66 – C010 0503 3820 0000 0218020, causale pro terremoto Abruzzo;
il Conto corrente postale n. 300004 intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 – 00187 Roma, codice Iban IT24 – X076 0103 2000 0000 0300 004, causale pro terremoto Abruzzo.
E’ anche possibile effettuare dei versamenti online, attraverso il sito web della Cri.

Aiuti sul luogo
Il Dipartimento della Protezione civile ribadisce l’appello a non improvvisarsi soccorritori e fornisce alcuni consigli utili per gestire l’emergenza.
“Le operazioni di soccorso vanno effettuate da coloro che sono in grado di farlo. Ci sono centinaia di uomini sia delle componenti istituzionali che volontari della Protezione civile ma comunque si tratta di professionisti”.
I capi scout dell’Agesci (Associazione guide e scout italiani) sono stati autorizzati dalla Protezione civile a partecipare alle operazioni di soccorso. L’organizzazione degli scout sta preparando, come sempre in casi di emergenza, in tutte le regioni le schede di partecipazione per i capi scout che vorranno prendere parte alle operazioni.

Sangue
Il presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi chiede che vengano sospese le donazioni di sangue. “Abbiamo sangue a sufficienza e ringraziamo tutti coloro che lo hanno donato”, ha precisato Chiodi, “i centri trasfusionali regionali non sono più in grado di accogliere altre donazioni”.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: