Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

Vangelo di domenica 24 maggio 2009 – Ascensione del Signore

Posted by ariccianontace su 22 maggio 2009

ascensioneMc 16,15-20

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

In principio era il Verbo … Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

La storia umana di Gesù ha inizio da una parola, “la” Parola fatta carne. Un’avventura di uomo tra gli uomini per essere parola vivente che racconti l’amore incondizionato del Padre. Parola vivente intrisa di umanità, espressa nella quotidianità di un’esperienza fatta di relazioni, amicizia, compassione, indignazione, sofferenza, condivisione e, infine, dono assoluto e totale di sé. Questo è stato Gesù per il tempo vissuto nel mondo.

Al termine del suo percorso terreno, egli ci lascia ancora una volta la Parola. La sua Parola che riecheggerà ora col suono delle nostre parole, la sua voce nelle nostre voci…

 “Voce di uno che grida nel deserto …” –  così, per Marco, si era preparata la venuta di Gesù. Voce di molti che proclameranno il Vangelo in tutto il mondo, ad ogni creatura – ecco l’epilogo della storia terrena del Figlio di Dio. Voci che raccontano, voci che annunciano, voci che consolano, voci che rassicurano. 

Andate e annunciate. Proclamate il Vangelo a ogni creatura. Dovunque e a chiunque. Non chiedete chi siano, da dove vengano, cosa vogliano … Annunciate il Vangelo. 

E’ il nostro compito. E’ il mio compito, la mia missione. Nessuno farà la mia parte, nessuno annuncerà la salvezza al posto mio se io non lo farò. E avrò mancato verso tutti quelli ai quali non avrò raccontato l’amore di Dio e la pienezza di vita in Cristo.

L’Ascensione di Gesù si realizza oggi per me se divento adulto, se imparo ad andare da solo, camminando sulle mie gambe e facendomi uscire la voce. Se il mondo non mi fa più paura e lo affronto a viso aperto. Se mi convinco che Gesù è con me, al mio fianco, e non ho bisogno di prove e miracoli o di altre guide e maestri che mi conducano per mano.

L’Ascensione è il momento in cui il Signore decide di fidarsi di me e mi affida il compito di continuare, per la mia parte, la missione di salvezza.

Se accetto, allora sarò capace di tutto, spazzerò via i mostri che tormentano il cuore e lo avvinghiano come serpenti, parlerò la lingua dell’amore e sarò immune da ogni veleno che si insinuerà nella vita. Guarirò e guariremo da tutto quello che impedisce alla vita di esprimersi e realizzarsi pienamente!

Sarò Chiesa, saremo Chiesa, davvero, in Gesù Cristo nostro Signore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: