Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

PRETI ABRUZZESI: “DA MONS. MOLINARI PAROLE GRAVI E INOPPORTUNE”

Posted by ariccianontace su 21 settembre 2009

berlusconimolinari 

FONTE ADISTA

35190. L’AQUILA-ADISTA. Le parole pronunciate dall’arcivescovo dell’Aquila, mons. Giuseppe Molinari, all’indirizzo di Silvio Berlusconi durante la cerimonia di inaugurazione dell’asilo di Onna (v. notizia precedente) sono state così gradite dal presidente del Consiglio che lui stesso ha voluto darne lettura integrale nel corso dell’ormai famigerata puntata di Porta a Porta dedicata alla “celebrazione” dell’operato del governo in terra abruzzese. Perfino Bruno Vespa è sembrato insolitamente infastidito dalla pretesa di Berlusconi – coronata da successo, ça va sans dire – di leggere in diretta l’intero discorso di mons. Molinari. Ma c’è chi dalle parole dell’arcivescovo dell’Aquila è rimasto ben più che infastidito, e non certo per ragioni di “tempi televisivi”.

A questo proposito Adista ha raccolto il parere di alcuni preti abruzzesi.

Don Aldo Antonelli: “Un muro di foglio e di incenso” “Mons. Molinari”, ha dichiarato don Aldo Antonelli, “da quando c’è stato il terremoto si è trasferito in un convento nei pressi di Casoli, cioè al di fuori della sua diocesi. Questo fatto, oltre a non essere un bel gesto nei confronti dei suoi fedeli che stanno affrontando questa tragedia in condizioni ben peggiori, spiega anche il perché pronunci parole così lontane dalla realtà. Sembra che il vescovo non abbia proprio il polso della situazione, dato che per quanto riguarda la ricostruzione, al di là delle vetrine ad uso televisivo, posso garantire che non si sta muovendo una foglia”. “Le case distrutte o danneggiate”, ha aggiunto il prete di Antrosano, “sono ancora tutte lì come il giorno dopo il sisma. Con la sua accoglienza a Berlusconi, e con quelle parole encomiastiche che gli ha rivolto, il vescovo ha inoltre dato la propria copertura ad un vero e proprio furto, all’appropriazione per fini propagandistici da parte del governo del lavoro fatto dalla Provincia di Trento e dalla Croce rossa italiana. È veramente deprimente vedere un vescovo che incensa così Berlusconi. Oggi ad una Chiesa profetica si sta sempre più sostituendo una Chiesa cortigiana”.

Don Raffaele Garofalo: un atto di cortigianeria verso il potere Contro l’indebita appropriazione del lavoro svolto dalla Croce rossa e dalla Provincia di Trento da parte del governo ha puntato il dito anche don Raffaele Garofalo: “A Onna Berlusconi ha messo in atto un’altra operazione di facciata, facendosi bello con opere (encomiabili) realizzate da altri. Lo ha fatto, inoltre, con un atto di prevaricazione da vero e proprio regime, forzando gli equilibri dell’informazione”. Quanto alle parole dell’arcivescovo, il prete di Pacentro ha affermato: “Non è la prima volta, e non desta meraviglia, che l’arcivescovo Molinari ostenta un atteggiamento di manifesta cortigianeria verso gli uomini di potere. Il ‘sale’ del suo linguaggio è diventato scipito. Le male lingue che la Bibbia condanna non sono quelle di coloro che, come Giobbe, lamentano la loro reale condizione di disagio. Sono invece le parole di un presidente del Consiglio e di quanti con lui spavaldamente disprezzano il senso comune della morale, calunniano, calpestano i più elementari principi della democrazia, rivolgono parole offensive al mondo dell’informazione, alla magistratura, a quanti sono chiamati a svolgere il doveroso compito di opposizione”.

Don Paolo Tornambé: se non profezia, almeno sobrietà Don Paolo Tornambé ha definito quella di mons. Molinari “una vera e propria prostrazione”. “In Abruzzo”, ha aggiunto don Tonrambé, “abbiamo così tanti problemi e disservizi che certo non mi sembrava il caso di tenere un atteggiamento del genere. Sospetto che il vescovo non volesse dispiacere coloro ai quali ha dato il voto alle ultime elezioni regionali. Ammetto che sarebbe stato troppo pretendere una Chiesa profetica, ma mi aspettavo quanto meno un minimo di sobrietà e di distacco. Soprattutto considerando le attese e le speranze di tanta gente che ancora aspetta una ricostruzione della propria casa che è ben lungi dall’essere avviata”.

Don Carmine Miccoli: il mercenario divora il gregge. E il pastore lo loda “Quando ho letto le parole di mons. Molinari”, ha raccontato infine don Carmine Miccoli, coordinatore regionale dell’Ufficio di Pastorale Sociale Abruzzese-Molisano, “la mia prima reazione è stata quasi divertita: certo che ne corre di distanza tra il ritratto della politica ideale che il vescovo declama (giustizia, lavoro, redistribuzione delle ricchezze, democrazia…) e la caricatura concreta che rappresenta e che incarna il nostro presidente del Consiglio nella sua carriera di governo! Si è trattato, però”, ha precisato don Miccoli, “di un sorriso amaro, che ha lasciato subito spazio all’indignazione: mi aspetto da un pastore che sappia consolare il suo gregge e difenderlo nelle difficoltà, non che si metta a lodare il mercenario che viene a divorarlo per la sua fame di notorietà e di potere; tanto più che le sofferenze della gente dei nostri paesi d’Abruzzo dovrebbero essere ben note al vescovo, per averle sperimentate con loro, sulla sua pelle! Ma tant’è: non è la prima volta che, in cambio della ‘pace sociale’, si preferisce accettare un piatto di lenticchie in cambio del silenzio o, come in questo caso, di un discorso che usa anche il Vangelo per giustificare l’operato del ‘Principe’ – per usare la definizione che Famiglia Cristiana ha dato di Berlusconi nel suo ultimo editoriale”. “Così”, ha concluso il prete abruzzese, “la politica dell’odio che questo governo esercita contro i migranti e tutte le minoranze non gradite e il chiacchiericcio violento e volgare che sta funestando la vita del Paese, comprese le comunità cristiane, hanno avuto l’ennesima approvazione ecclesiastica!”. (e. c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: