Ariccia non tace!!!

IL DIALOGO E L’ACQUA SANTA

Il Vangelo di domenica 17 gennaio 2010

Posted by ariccianontace su 16 gennaio 2010

Giovanni 2,1-11

In quel tempo (il terzo giorno), vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.
Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono.
Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».
Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui
.

Festa di nozze. Festa che sancisce l’unione intima e profonda di due innamorati.

Nozze della prima alleanza tra Dio – Sposo e Israele – Sposa.

Ed infine … in quel terzo giorno raccontato da Giovanni, festa di nozze dei tempi nuovi, della nuova alleanza tra lo Sposo Gesù e l’intera Umanità.

Che strane nozze, quelle di Cana! Gesù è solo un invitato, sua madre, invece, è lì, sembra appartenere al luogo, al contesto, a quel mondo.

E’ nel gruppo Maria, ma vede “oltre” … vede che non c’è vino, non c’è amore, non c’è gioia.

Nozze senza vino. Vita senza amore. Religione senza fede. Rapporto con Dio senza allegria, fatto di ritualismi e di adempimenti. Giare immense di pietra, fredde, dure ed immobili. E vuote. Senza nemmeno quell’acqua rituale che avrebbero dovuto contenere e che, probabilmente, non hanno mai contenuto.

Ma sono grandi, imponenti! Segni di enorme devozione!

Come non far volare il pensiero alle grandi, imponenti, cattedrali di pietra che si ergono nel nostro cristianesimo stanco e spesso fatto solo di vuoti rituali? Quante giare di pietra esibisce il mondo occidentale, che si dice cristiano?

Riempite le giare! Fino all’orlo. Non è poi tanto quello che chiede Gesù … non ci chiede il vino dell’amore, ma almeno l’acqua dell’impegno, della ricerca, della fiducia …

Riempite! E poi versate. L’acqua non diventa vino nelle giare, ma quando ne esce per essere versata, per essere comunicata agli altri. Anche la mia acqua, purché io non la trattenga e non la lasci ristagnare, si tramuterà in vino! Basta donare un solo bicchiere d’acqua fresca per essere salvi … (cfr. Mt.10,42).

Ecco che l’acqua diventa vino e le nozze possono compiersi, com’è giusto, nell’amore e nella gioia!

Questo, dice Giovanni, è il principio dei segni di Gesù. Principio (archè), cioè l’origine, la chiave interpretativa, l’essenza intrinseca di tutti gli altri segni che Gesù compirà.

Tutti i segni possono essere ricondotti a questo e rappresentano le molteplici vie attraverso le quali Gesù ci annuncia la bella notizia di un Dio che ci chiama ad un rapporto di unione intima e speciale, da vivere serenamente,  con gioia, ricolmandoci di amore infinito!

Non c’è condanna, non c’è giudizio, solo amore. Amore gratuito di cui non occorre essere degni. Amore per tutti che non deve essere meritato né guadagnato, ma solo accolto.

Via i vecchi riti, il legalismo, le mille prescrizioni, la purificazione …

Vino per tutti, di quello buono, da attingere con fiducia (“qualsiasi cosa vi dica, fatela”). Che bello farsi “diaconi”, servitori, attingere e versare, attingere acqua ed assistere alla meraviglia del vino che scorre dalle nostre mani nelle coppe dei fratelli, nelle vite dei fratelli…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: